3) Selva di Ladino e meandri del Fiume Montone

Selva di Ladino e meandri del Fiume Montone

Il boschetto di Ladino è un piccolo relitto dei querceti su terreni decalcificati che nel passato ricoprivano la fascia pedecollinare romagnola ininterrottamente da Imola a Meldola (fascia dei ferretti). Ridotto drasticamente nella sua estensione e impoverito nella sua composizione floristica, da circa un decennio è stato vincolato è riconosciuto come Area di Riequilibrio Ecologico del sistema dei Parchi e delle Riserve della Regione Emilia-Romagna. Nella parte alta del querceto rinveniamo pochi radi cespugli di Erica arborea e la delicata orchidea Platantera verdastra.
Il boschetto, nella parte occidentale, è lambito dal corso del fiume Montone che in questo tratto meandriforme risulta ricco di specie ittiche autoctone (Lasca, Barbo, Cavedano, Cobite, Rovella) tuttavia gravemente minacciate dalla presenza di elementi esotici e competitori con la fauna locale come Carassi e Pseudorasbore. Segnalata anche la presenza della Nutria.